Regione Veneto

"Ora della Terra" (Earth Hour). Sabato 24 marzo 2018 dalle ore 20.30 spegni la luce per il clima.

Pubblicato il 19 marzo 2018 • Ambiente

"EARTH HOUR": SPEGNI LA LUCE PER IL CLIMA.

Sabato 24 marzo 2018 dalle ore 20.30 alle ore 21.30.

Per il quarto anno consecutivo la Regione del Veneto aderisce all’iniziativa internazionale denominata «Ora della Terra» (Earth Hour) e per il primo anno aderirà anche il Comune di Pramaggiore.

L’iniziativa rientra tra le attività di divulgazione della cultura del risparmio e dell'efficienza energetica e dello sviluppo sostenibile delle fonti rinnovabili, previste nell'ambito delle strategie di attuazione del “Piano Energetico Regionale - Fonti Rinnovabili, Risparmio Energetico ed Efficienza Energetica” (PERFER).
Il PERFER è il primo documento di pianificazione energetica regionale ed è stato approvato dal Consiglio Regionale del Veneto con la Deliberazione n. 6 del 9 febbraio 2017.
Il Piano è un piano settoriale e programmatico che definisce le linee di indirizzo e di coordinamento della programmazione in materia di promozione delle fonti rinnovabili e del risparmio energetico, in attuazione di quanto previsto dal D.M. 15 marzo 2012 (c.d. Burden sharing).

Cos'è l’ "Ora della Terra" (Earth Hour)?
L’«ORA DELLA TERRA» (EARTH HOUR) è un evento internazionale nato in Australia nel 2007 e che nel corso degli anni si è diffuso rapidamente in tutto il mondo. L’iniziativa è ormai un evento di sensibilizzazione su scala mondiale: l’iniziativa è cresciuta negli anni fino a coinvolgere circa 180 Paesi in tutto il mondo e nel solo 2016 ha consentito intraprendere quasi 2.5 milioni di azioni individuali per aumentare la maggiore consapevolezza in materia di lotta contro il cambiamento climatico.

Qual è l’obiettivo dell’iniziativa?
Obiettivo dell’iniziativa è quello di richiamare l'attenzione sull'urgente necessità di intervenire sui cambiamenti climatici in corso, mettendo in atto comportamenti volti ad un utilizzo più attento e consapevole dell'energia, a politiche di mitigazione dei cambiamenti climatici, di riduzione delle emissioni di gas serra e dell’inquinamento luminoso.

Qual è lo slogan dell’iniziativa per quest’anno?
Per questa edizione è stato ideato lo slogan “Connect2earth”, proprio perché l’obiettivo è di chiedere alle persone, alle istituzioni, alle collettività e alle imprese di “connettersi” per salvare il Pianeta e vedere le connessioni tra i grandi problemi ambientali, dal cambiamento climatico alla perdita della biodiversità e la nostra vita, il nostro benessere, la nostra salute, il nostro futuro.

In cosa consiste l’adesione all’iniziativa?
L'adesione all'iniziativa si concretizza in un gesto semplice ma concreto quale quello di SPEGNERE LA LUCE PER UN'ORA, DALLE 20.30 ALLE 21.30, attraverso tutti i fusi orari, dal Pacifico alle coste atlantiche, nel giorno stabilito ossia SABATO 24 MARZO 2018.
Il risparmio energetico legato a tale gesto e le relative minori emissioni di anidride carbonica, il principale dei "gas serra", sono del tutto simboliche ma hanno lo scopo di sollevare l'attenzione sul tema dei cambiamenti climatici e dell'uso razionale dell'energia.

Come aderisce la Regione del Veneto all’iniziativa?
Anche quest’anno la Regione ha riconosciuto l’opportunità di partecipare all’iniziativa «Ora della Terra».
La Regione effettuerà lo spegnimento simbolico delle luci non essenziali delle sedi della Giunta Regionale del Veneto ubicate in Venezia Centro Storico (nel dettaglio: Palazzo Santa Lucia – illuminazione esterna; Palazzo Balbi – illuminazione facciata lato canale; Palazzo Linetti – illuminazione esterna e giardini; Palazzo Sceriman – illuminazione esterna giardini; Palazzo Rio Novo - illuminazione esterna; Palazzo Rio Tre Ponti – illuminazione esterna) ed inoltre dei seguenti immobili di proprietà regionale: Villa Contarini di Piazzola sul Brenta e Mastio Federiciano sito sul colle della Rocca di Monselice.
Nella consapevolezza che il successo dell'evento dipende da tutti, imprese, enti locali, sindacati, organizzazioni, singoli cittadini, l'Amministrazione regionale favorirà inoltre la massima diffusione dell'iniziativa, anche presso i propri enti strumentali.

Perché aderire all’iniziativa?
Quella in tema di cambiamenti climatici è una sfida globale che riguarda tutto il pianeta e richiede l’impegno e l’attenzione di TUTTI: imprese, enti locali, organizzazioni, singoli cittadini.