Regione Veneto

Capoluogo e frazioni

Ultima modifica 30 marzo 2017

Capoluogo

Posto tra Blessaglia e Cinto, antica via di comunicazione di probabile origine romana, collegante Oderzo a Concordia, risulta citato nei documenti per la prima volta nel 1255. 
 

Frazioni

Belfiore

Posto sulla provinciale per Santo Stino, a cavallo del Loncon. Anticamente denominato "Steinbech" (dal tedesco Steinbach, ruscello della pietra), forse con riferimento al Loncon, nel cui alveo, in quel punto, si intravedeva pietrame piatto.  Belfiore è caratteristico per essere una specie di corte chiusa alla destra del Loncon. 

C'è il molino quinto ed ultimo del territorio comunale - la casa padronale, al centro e vari annessi attorno. Molto caratteristico è il fabbricato vicino all'ingresso carraio per la sua planimetria poligonale.

Blessaglia

In antico dovrebbe esser stata la borgata più consistente della zona. A Blessaglia troviamo il terzo Mulino, dopo quello di Salvarolo e Prabedoi; esso è situato a sud della borgata, vicino a sei abitazini di modeste dimensioni; abitazioni probabilmente di povera gente, forse braccianti al servizio dei proprietari terrieri. 

Il borgo è situato sull'importatnte trivio formato dalla strada per Pradipozzo e Portogruaro, dalla Callalta per Cinto Caomaggiore e dalla strada per Annone.  La Chiesa è posta sul lato nord della Callalta e risulta un pò ai margini del borgo, sorto probabilmente in funzione del vecchio trivio e del vicino molino.