Ricerca nel Sito

 



Sei in: Home » Servizi al Cittadino » Servizi al Cittadino » Sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione
Stampa Pagina

Sostegno all'accesso alle abitazioni in locazione

Tutti i ServiziABCDEFG | ILMNOPQRST | UVZ
Descrizione

Contributo regionale annuale a favore dei nuclei che risiedono in locazione (L.R. 431/98)

BANDO PER IL SOSTEGNO ALL'ACCESSO ALLE ABITAZIONI IN LOCAZIONE

E' indetto il bando di cui alle DGR n. 4505 del 28 dicembre 2007 e n. 198 del 29 gennaio 2008 per l’erogazione del contributo al pagamento del canone di locazione relativo all'anno 2006 risultante da contratti di affitto regolarmente registrati. E’ ammessa una unica richiesta cumulativa di contributo, anche a fronte di più contratti di locazione, qualora si sia cambiato alloggio nel corso del 2006. E’ ammessa la presentazione di una sola richiesta di contributo da parte di componenti lo stesso nucleo familiare per il periodo 1 gennaio 2006 - 31 dicembre 2006.

Possono partecipare al bando e hanno diritto a richiedere il contributo:

 i nuclei familiari che alla data di presentazione della domanda:

a)      siano residenti nel Comune o, se residenti fuori Regione, siano stati residenti nel Comune nell’anno 2006 come ultimo Comune di residenza;

b)      non siano titolari di diritto di proprietà, usufrutto, uso o abitazione su alloggi o parti di essi, ovunque ubicati, per i quali il sei per cento dell’imponibile complessivo ai fini ICI, determinato in base alla rendita catastale, sia superiore al cinquanta per cento di una pensione minima INPS annua (imponibile complessivo ICI non superiore a € 46.321,17);

c)      presentino una dichiarazione ISEE o producano attestazione ISEE in corso di validità (D.Legisl. 130/00 e DPCM 242/01) da cui risulti un ISEEfsa, come definito al successivo punto 2, non superiore a € 13.000,00;

d)      nel caso di stranieri extracomunitari, siano in possesso di permesso o carta di soggiorno in corso di validità e non ricorrano le condizioni previste dall’art. 5 comma 5 del d.lgsl 25 luglio 1998 n. 286 e successive modifiche (L. 30 luglio 2002, n. 189).

i nuclei familiari che occupavano un alloggio in locazione:

e)      a titolo di residenza principale o esclusiva, per effetto di contratto di locazione regolarmente registrato ai sensi delle Leggi n. 392/78, n. 359/92 art. 11 commi 1 e 2 e n. 431/98, purché tale contratto non sia stato stipulato fra parenti o affini entro il secondo grado;

f)      di categoria catastale compresa fra A/2, A/3, A/4, A/5, A/6, A/7 e A/11;

g)      il cui canone integrato abbia incidenza, in relazione all’ISEfsa (Indicatore della Situazione Economica familiare ai fini del Fondo Sostegno Affitti), come definito al successivo punto 2, non inferiore al 14% e non superiore al 70%. Il limite superiore non opera per i nuclei in cui tutti i componenti siano titolari di pensione sociale (DGR 29 gennaio 2008, n. 198).

h)      con superficie netta[1] non superiore a due volte la superficie ammessa. La superficie netta ammessa è pari a 95 mq per famiglie fino a tre componenti. La superficie netta ammessa viene incrementata di 5 mq per ogni componente eccedente i tre. Nel caso non sia conosciuta la superficie netta è possibile dichiarare la superficie lorda e, in tal caso, la superficie netta viene ottenuta riducendo del 30% la superficie lorda. Nel caso il nucleo sia composto interamente da persone che abbiano compiuto i 65 anni al 31 dicembre 2007 la superficie ammessa viene incrementata del 20%;

B.     In caso di coabitazione di più nuclei familiari il canone viene diviso per il numero dei nuclei occupanti l’alloggio stesso.

C.     La domanda è ammissibile per il numero di mesi del 2006 per i quali erano soddisfatti i requisiti sopraelencati

D.     Non è possibile presentare domanda nel caso sia stata presentata richiesta di contributo per l’anno 2006  in altra Regione.

2.     Modalità di calcolo dell'indicatore della situazione economica (ISEEfsa).

L'indicatore della situazione economica viene determinato in base al valore dell’ISE risultante da Dichiarazione Sostitutiva Unica ai densi del D.Lgsl. n. 130/00 e DPCM n. 242/01 in corso di validità, sommando a tale valore la detrazione per l'abitazione in locazione di cui all'art. 3, comma 4 del DPCM 242/01 e dividendo il risultato per la scala di equivalenza.

3.     Documentazione.

A.        Nessuna documentazione deve essere allegata alla domanda trattandosi di autocertificazione ai sensi del DPR 445/2000. Ai richiedenti extracomunitari, in base all’art. 3 comma 2 del DPR 445/2000, in fase di liquidazione del contributo potrà essere chiesta copia dei documenti relativi a dati dichiarati in sede di domanda non in possesso della Pubblica Amministrazione;

B.        Il richiedente potrà presentarsi, con un documento valido di riconoscimento per comunicare i dati richiesti e sottoscrivere il modulo di domanda e la Dichiarazione SostitutivaUnicase non già presentata come da attestazione in suo possesso. In alternativa la domanda può essere compilata e trasmessa al Comune debitamente sottoscritta allegando copia di documento di identità in corso di validità. In tale ultimo caso l’Amministrazione non risponde dell’esclusione della domanda dovuta a errori di compilazione e/o omissioni che, al momento del caricamento dei dati, impediscano la valutazione della domanda ai fini del riparto del Fondo regionale.

C.        È tuttavia opportuno che il richiedente, per evitare errori e le conseguenti sanzioni civili e penali, compili la autocertificazione e la domanda con l’aiuto dei funzionari incaricati e il supporto della seguente documentazione:

a)     attestazione ISEE in corso di validità (DSU presentata entro gli ultimi dodici mesi) o, in alternativa, i dati per la presentazione della DSU ai fini della determinazione dell’ISEE per ciascun membro della famiglia anagrafica;

b)      contratto (contratti) di locazione registrato;

c)      bollettini dei canoni e delle spese condominiali e di riscaldamento corrisposti per l'anno 2006;

d)      lettere o atti di risoluzione del contratto (sfratti) e lettere o atti riguardanti i canoni di affitto non pagati;

e)      nel caso di cittadini extracomunitari permesso o carta di soggiorno.

Al fine di agevolare le operazioni di compilazione della domanda e delle dichiarazioni sostitutive si consiglia di prendere visione dei moduli di autocertificazione, disponibili presso gli uffici comunali e presso i soggetti convenzionati per la raccolta delle domande.

Al termine della registrazione informatica dei dati, saranno rilasciate al richiedente, previa sottoscrizione, ricevuta della domanda e copia della eventuale dichiarazione sostitutiva, nonché copia, se richiesta, della certificazione ISEE.

2.     Controlli.

A.        L’Amministrazione Comunale procederà al controllo, anche a campione, delle autocertificazioni presentate.

B.        Nei casi di dichiarazioni false si procederà, ai sensi dell'art. 76 del DPR 445/2000, con denuncia all'Autorità Giudiziaria per i reati penali e le sanzioni civili conseguenti.

3.     Privacy

A.        Ai fini del Decreto Legislativo 30.06.2003, n. 196, si comunica che i dati saranno utilizzati ai fini di legge, per i controlli, presso altri Enti o Soggetti, sui dati dichiarati e per la creazione di un osservatorio nazionale e regionale. Il Comune e la Direzione Regionaleper l’Edilizia Abitativa, Enti ai quali vengono rispettivamente presentate le dichiarazioni o le certificazioni e trasmessi i dati, sono i titolari del trattamento dei dati stessi.

 

SCADENZA: 2 APRILE 2008

PER INFORMAZIONI  E PRESENTAZIONE DOMANDE:

UFFICIO SEGRETERIA: MERCOLEDÌ E VENERDÌ 08.15-12.15 - GIOVEDÌ 17.00-18.10

Piazza Libertà, 1

30020 Pramaggiore

 


 


 

 Istruzioni

Documenti da Presentare:

  • contratto di locazione regolarmente registrato all’ufficio delle entrate;
  • attestazione ISEE del nucleo familiare non superiore al tetto fissato di anno in anno;
  • bollettini di pagamento canone
  • bollettini di pagamento riscaldamento
  • documento d’identità
Ufficio di Competenza» Servizi Sociali 

Piazza Libertà, 1 - Telefono: 0421.203687 - Fax: 0421.203685
E-mail: servizisociali@comune.pramaggiore.ve.it

ORARI AL PUBBLICO: Mattino: 
Martedì e Giovedì dalle ore 10.00 alle ore 12.00
Altri orari previo appuntamentoModulistica icondomanda_FSA.pdf 35.66 KB

Copyright � 2007-2014 - Comune di Pramaggiore | Privacy | Credits | Accesskey | W3C HTML | W3C CSS | WAI AA